Bici e sicurezza: come essere visibili (non solo al buio)

httpv://www.youtube.com/watch?v=FuS5haCEejA

Avete visto questo video? Credo che sia valga più di mille citazioni del codice della strada nel convincere ad usare le lucine per andare in bicicletta, comunque per dover di completezza cito:

4. Da mezz’ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell’oscurità e di giorno, qualora le condizioni atmosferiche richiedano l’illuminazione, i velocipedi sprovvisti o mancanti degli appositi dispositivi di segnalazione visiva, non possono essere utilizzati, ma solamente condotti a mano.
Art. 377 (art. 182 Cod. Str.) Circolazione dei velocipedi

Essere ben visibili è molto importante per la prevenzione degli incidenti, di notte, ma anche di giorno, specialmente se non si è proprio disciplinati e si prendono le strade contromano.

Ma come essere visibili di notte? Basta poco, un faretto a led bianchi davanti e uno a led rossi e già la visibilità aumenta di parecchio, ma non è necessario, specialmente perché le batterie potrebbero scaricarsi.
Nel caso si usi spesso la bici anche d’inverno, quando fa buio presto, è meglio usare le luci a dinamo, faticano un po’ la pedalata ma almeno non c’è il pericolo di trovarsi improvvisamente al buio a causa delle batterie.
Un altro elemento molto importante per la visibilità di sera è la giubbino fluorescente o le bretelle rinfrangenti, così che le bande riflettano la luce all’altezza del vostro busto.
Inoltre per completare l’impianto di illuminazione della vostra bici basta avere le plastiche catarifrangenti sui pedali e tra i raggi delle ruote.

AGGIORNAMENTO: A partire da lunedì prossimo, 27 settembre 2010, scatta l’obbligo per i ciclisti di indossare giubbino o brettelle catarifrangenti quando circolano nelle ore serali fuori dai centri abitati, quindi solo in ambito extra-urbano, e in tutte le gallerie dove sia loro consentito il transito, anche quando queste si trovino in città.
Tale norma scatta 60 gg dopo l’entrata in vigore della legge 120/2010 del 29 luglio scorso che ha modificato il codice della strada (D.L. n. 285 del 1992).

Ma come essere più visibili di giorno? Il trucco è sempre quello di vestire in modo colorato e per le uscite outdoor quello di mettere una piccola asta con banderuola che sia più alta della vostra testa in modo che vi si veda da lontano e dietro le auto.

Ma la visibilità in bicicletta non è una questione puramente “visiva!, ovvero oculare, ma anche auditiva, infatti un buon campanello o un buon fischietto riesce a farsi notare dalle auto agli incroci o sui tornanti a doppio senso.

settembre 8, 2010

Posted In: Consigli, Senza categoria, Uncategorized

Tag:, , , , , , ,